Prestiti e Mutui, la guida

I Prestiti Personali sono finanziamenti destinati a tutti i lavoratori dipendenti (pubblici e privati) e pensionati. Sono tante le società finanziarie che offrono una vasta gamma di prestiti personali immediati, a fronte di garanzie minime, a condizioni estremamente vantaggiose e convenienti per ogni cliente.

I prestiti sono concessi anche in presenza di altri finanziamenti, protesti e pignoramenti in corso.

E’ sufficiente che tu richieda un preventivo, gratuito e senza impegno.

Hai anche la possibilità di eseguire l’estinzione anticipata, in qualsiasi momento. Nel costo dell’operazione bisogna considerare anche la copertura assicurativa “rischio vita” e “rischio impiego”: in caso di licenziamento o premorienza, nessuno sarà tenuto a provvedere all’estinzione del debito.

Le due modalità principali con le quali viene concesso un finanziamento sono:

  • Cessione Quinto: prestito che viene rimborsato attraverso il pagamento di rate mensili, a tasso fisso agevolato, che vengono direttamente trattenute in busta paga. La somma erogata dipende dall’entità del TFR. Le rate possono essere al massimo 120. L’importo, in ogni caso, non può essere superiore al quinto dello stipendio. La maggior parte delle banche e delle finanziarie offre tale servizio a condizioni estremamente vantaggiose e convenienti;
  • Prestito Delega: forma di finanziamento che consente di integrare, estinguere o rinnovare altri prestiti in corso. Può anche essere affiancato alla cessione del quinto. Il rimborso avviene attraverso il pagamento di rate mensili (al massimo 120) con tasso fisso agevolato, trattenute in busta paga. In ogni caso, il tasso non supera mai le soglie definite dalla Banca d’Italia, nel quadro delle norme antiusura. L’importo delle rate non può essere superiore ai 2/5 dello stipendio netto. La somma erogata dipende dall’entità del TFR.

Un mutuo, invece, è un finanziamento destinato alla costruzione, acquisto o ristrutturazione di un’unità immobiliare.

Ad oggi le banche offrono mutui fino al 80% del valore dell’immobile. Sono due i concetti da considerare quando si parla di mutuo, che caratterizzano questo finanziamento:

  • Ipoteca: garanzia richiesta per concedere il mutuo, a tutela del rischio di insolvenza del debitore. Attribuisce al creditore un diritto di prelazione sul bene: se il debitore non riuscisse a far fronte al proprio debito, il creditore potrà rivalersi con il ricavato della vendita del bene immobile oggetto del mutuo.
  • Rata: importo da pagare mensilmente, per rimborsare il mutuo. Il numero delle rate varia in base alla soluzione di finanziamento scelta ed accordata con l’istituto di credito. A differenza dei prestiti, può essere a tasso fisso o variabile, oppure da rimborsare mensilmente, bimestralmente, trimestralmente o semestralmente.

Sia per i prestiti che per i mutui, bisogna infine assicurarsi che l’istituto finanziario a cui ci si rivolge rispetta la normativa sulla trasparenza e quella sulla privacy:

  • la prima tutela il diritto del cliente ad essere chiaramente informato sulle condizioni del contratto, in modo assolutamente dettagliato;
  • la seconda tutela invece il diritto del cliente alla riservatezza dei propri dati personali. Egli deve poter essere chiaramente informato sul loro utilizzo, in modo estremamente dettagliato ed, in ogni caso, previa autorizzazione da parte del cliente stesso.

Le Quattro Diete Più Famose per l’Estate 2017

Se anche l’attività fisica non ha dato i frutti sperati, spesso per perdere peso si ricorre ad una dieta e la scelta più ovvia è quella di seguire il regime alimentare più in voga al momento. I nutrizionisti di tutto il mondo, invece, dopo anni di studi e di pubblicazioni su riviste di fama mondiale, consigliano sempre di scegliere cosa e quanto mangiare in base alle caratteristiche specifiche del proprio corpo e alle proprie abitudini di vita. Il tutto, quindi, senza necessariamente ricorrere ciecamente ad un regime alimentare dietetico solo perché va di moda in uno specifico periodo.

Ciononostante, occorre ammettere che le diete più famose son sempre quelle più appropriate o più di impatto e, soprattutto prima dell’estate, son seguite proprio per i suddetti motivi

Vediamo le diete più diffuse in questo momento :

Dieta Scarsdale: ideata da un cardiologo statunitense, la dieta prevede una drastica riduzione di carboidrati e zuccheri nei primi 14 giorni, per poi reintegrarli in maniera graduata nei successivi 14. Tale regime determina una perdita di peso rilevante sul breve periodo, ma si sta capendo da studi random su vari pazienti che sul lungo periodo invece potrebbe non riportare più i risultati desiderati;

Dieta dissociata: prevede di non mangiare i carboidrati assieme alle proteine, la frutta e la verdura diventano il pasto principale. Inoltre, richiede di evitare alimenti raffinati ma mangiare la versione integrale;

Dieta Dukan: parliamo della dieta più nota e controbattuta degli ultimi anni. Ha trovato molti oppositori anche se è ancora piuttosto diffusa. Essa prevede un calo rapido di peso a seguito di una concentrazione di alimenti ricchi di proteine in una prima fase di dieta, a seguire si reintegrano progressivamente gli alimenti esclusi all’inizio.

Dieta mediterranea: questa è una delle più ‘antiche’, ma anche più efficaci. Resta una dieta basta su un regime alimentare ricco di ogni alimento purché sia povero di grassi saturi, si basa sul concetto di genuinità del prodotto e sulla varietà dei pasti che non devono eccedere quantitativamente;

Fermo restando quanto detto ad inizio articolo, è ovvio che ciascuna dieta, se considerata in maniera eccessiva e senza commisurarla alla persona specifica può avere effetti indesiderati. L’attività fisica costante è sicuramente uno dei metodi migliori per recuperare e mantenere la salute fisica e il benessere del corpo e va sempre e comunque accompagnata alla dieta scelta. Nessun dietologo, infatti, vi garantirà una perdita di peso più o meno importante se non associate ad una restrizione alimentare anche un qualcosa che consenta di bruciare calorie e grassi in eccesso.

Documenti necessari per volare in Australia

viaggiare australia

I motivi di un viaggio sono molteplici: c’è chi parte per ritrovare se stesso, chi più materialmente parte per trovare un nuovo lavoro, chi vuole cambiare radicalmente vita e chi invece intraprende un viaggio studio.

Una delle mete più gettonate, sia per gli studenti che per i semplici turisti, è l’Australia. Si tratta di un paese meraviglioso, dove la natura selvaggia ed incontaminata si fonde con la modernità e la tecnologia delle metropoli senza stonare.

Anche se ami i viaggi “on the road”, non puoi decidere di partire all’improvviso in Australia, ma hai bisogno di alcuni documenti necessari per poter entrare nel paese.

Se hai intenzione di prolungare la tua permanenza in Australia per almeno due anni, devi procurarti il Working Holiday Visa, un documento necessario per gli studenti lavoratori o per i turisti che abbiano un’età comprese tra i 18 ed i 30 anni.

Ottenere questo documento è piuttosto semplice, ma ha un costo di 420 euro, non certo una cifra irrisoria. Tuttavia una volta ottenuto il Working Holiday Visa non dovrai farlo per almeno altri due anni, e potrai andare e venire dall’Australia ogni volta che vuoi e senza particolari vincoli od ostacoli.

Non è molto frequente, ma in alcuni casi si può trovare lavoro in Australia ancora prima di partire. Solitamente ciò avviene quando si ha un amico o un parente sul posto, che riesce a trovarti un buon lavoro tramite conoscenti.

Più complicato ma non impossibile, c’è chi riesce a trovare lavoro direttamente sul web. In entrambi i casi è possibile richiedere la Standard Business Sponsorship, cioè una sorta di autorizzazione rilasciata dal datore di lavoro, che fa da garante per il dipendente.

Anche il costo del documento è a carico del datore di lavoro, e non sarà facile trovare qualcuno disposto a pagare e a fare da garante per un proprio dipendente che per giunta viene dall’estero.

Per avere tutto a posto infine non dimenticarti di richiedere prima di partire la traduzione certificata dei tuoi documenti. Ne avrai bisogno per la tradizione della patente per poter guidare, ed anche per convalidare tutti i tuoi studi ed i tuoi master da sottoporre all’attenzione delle aziende presso cui farai richiesta di lavoro.

La traduzione della carta d’identità è necessaria per convalidare la tua permanenza nel paese da un punto di vista legale. Per questi servizi devi rivolgerti ad un’agenzia di traduzione giurata professionale, che certifica e dà valore legale a tutti i tuoi documenti.

 

Alla scoperta del turismo ufologico

turismo ufologico

Chi si occupa di turismo deve fare i conti, negli ultimi tempi, con un fenomeno che appare in costante crescita: si tratta del cosiddetto turismo ufologico, messo in pratica da tutte quelle persone – più o meno convinte – che desiderano entrare in contatto con le zone del mondo in cui si sarebbero palesati oggetti volanti non identificati o addirittura gli extra-terrestri.

Immaginare che la Terra sia il solo pianeta abitato in tutto l’universo, d’altro canto, sarebbe da vanitosi: e allora perché non andare alla scoperta di quei luoghi che potrebbero rivelare le tracce lasciate da esseri viventi di altri mondi?

A questo proposito, una delle mete predilette da chi attua il turismo ufologico è l’America del Sud: tra i vari Paesi in cui ci si può recare, è il Cile quello che sembra più amato dagli Ufo, con una serie di avvistamenti di oggetti non identificati così lunga che le autorità e le istituzioni del Mairo-Rivera.

Una regione cilena, sono sul punto di realizzare delle strutture ad hoc finalizzate proprio a rendere più agevoli e comodi gli avvistamenti da parte degli appassionati. Sempre in Cile, nella zona settentrionale del Paese, c’è una città di nome La Serena in cui è stato realizzato un museo dedicato proprio agli Ufo.

Insomma, per tutti gli amanti di leggende e verità nascoste, un giro in America Latina è degno di attenzione.

Spostandosi un po’ più a nord, un’altra destinazione che merita di essere segnata in agenda con un circoletto rosso è Porto Rico: qui si riuniscono ogni anno ufologi in arrivo da ogni parte del mondo, che si ritrovano nella città di El Yunque, situata sulla costa orientale, per scambiare informazioni e fare il punto sulle novità più recenti.

Dall’altra parte del mondo, anche la Russia può essere presa in considerazione dagli adepti del turismo ufologico: a Sochi, località che è stata sede anche dei Giochi Olimpici invernali del 2014, gli avvistamenti si susseguono numerosi.

Una delle ragioni potrebbe essere individuata nel fatto che sul monte Bythka, situato a poca distanza da questa località che si affaccia sulle coste del Mar Nero, secondo alcuni ci sarebbe una base extraterrestre vera e propria.

Sempre in Russia, ma a Togliattigrad, sono davvero frequenti gli episodi di cerchi nel grano: non tutti, però, sono contenti di tali eventi, e mentre chi si occupa di ricezione dei turisti esulta i contadini e gli agricoltori fanno i conti con i danni ai raccolti.

I laghi più belli della Slovenia

laghi slovenia

Se ti capita di andare a spasso per la Slovenia, ti consiglio vivamente di visitare i suoi laghi, alcuni dei quali sono classificati tra i più belli d’Europa. In un soave abbraccio con la natura, puoi goderti lo splendido scenario che si staglia davanti ai tuoi occhi con un picnic, oppure praticando attività sportive.

Il nostro tour tra i laghi più belli della Slovenia inizia con quello di Bled, un luogo ideale per romantiche passeggiate o un giro in bicicletta. Lungo il lago di Bled ci sono anche panchine dove riposarsi ed ammirare le colline circostanti.

C’è anche una suggestiva isola in mezzo al lago, dove nuotano le anatre in uno scenario fiabesco. Sono diverse le persone che praticano canottaggio, mentre in inverno è possibile pattinare sul lago ghiacciato.

In estate invece i turisti preferiscono rilassarsi sulla spiaggia dove si staglia un vecchio castello.

Il lago di Bohinj con i suoi 4.350 metri di lunghezza e 1.250 metri di larghezza è il più esteso della Slovenia. Una funivia porta sul Vogel, da dove è possibile ammirare il bellissimo panorama sottostante.

Questo lago è piuttosto “selvaggio”, poiché il turismo non è molto sviluppato e ci sono poche edificazioni. Una ripida strada porta ai rifugi in quota, da dove partono le escursioni nella cosiddetta “valle dei sette laghi” nel parco nazionale.

Merita una visita anche il lago di Circonio, noto anche come il “lago delle streghe”. Il lago è circondato dalla natura e dai boschi incontaminati, e sorge ai piedi del cosiddetto “monte delle streghe”.

La particolarità di questo lago è che il suo volume dipende dalle precipitazioni, quindi alcuni punti possono svuotarsi completamente per la presenza di inghiottitoi che drenano l’acqua.

Lo specchio d’acqua torna poi ad ingrossarsi nuovamente con abbondanti precipitazioni. Il lago è un’importante riserva naturale per molte specie animali e soprattutto per la nidificazione degli uccelli.

Il nostro tour si conclude con il lago Planšarsko, con una caratteristica e particolare forma a cuore, che è stato creato dagli abitanti del posto allagando i prati paludosi e costruendo una diga.

Sono diverse le attività sportive che si praticano durante l’estate, come ad esempio il canottaggio. In inverno invece si pratica pattinaggio sul ghiaccio quando il lago è completamente gelato.

In riva al lago c’è anche un delizioso ristorante dove assaggiare le prelibatezze del posto con un bellissimo panorama a fare da sfondo. Sono molti i pescatori che si dilettano a pescare in questa zona, che è particolarmente ricca soprattutto di trote.

 

Assicurazioni di Viaggio: Sono Davvero Utili?

assicurazione viaggio

Al giorno d’oggi le assicurazioni viaggio risultano essere particolarmente vantaggiose se non talvolta addirittura necessarie. Questo non solo per ciò che concerne la copertura delle spese medico-sanitarie.

A seconda delle vostre esigenze di viaggio e del luogo che andrete a visitare è bene scegliere  la polizza assicurativa che faccia meglio al caso vostro.

Passeremo ora in rassegna i principali motivi che vi aiuteranno a comprendere meglio perchè questo tipo di assicurazione sia da considerarsi in alcuni casi davvero indispensabile per chi voglia intraprendere un viaggio all’estero.

Malattie e infortunio.  Le spese sanitarie  non vengono quasi mai coperte dal sistema previdenziale governativo del Paese che andrete a a visitare. Solo alcuni paesi hanno stabilito mutui accordi in tema di salute.

Tra le nazioni facenti parte all’accordo al momento sono presenti Australia,Nuova Zelanda, Regno Unito, Irlanda, Svezia, Norvegia, Finlandia e Olanda oltre ovviamente all’Italia. Anche le assicurazioni private sanitarie di cui potete disporre nel vostro paese d’origine  solitamente non vi tutelano all’estero, a meno che questo non sia indicato da una specifica clausola.

Un esiguo numero di paesi ha esteso l’assistenza sanitaria pubblica per lo più a turisti, proprio per incentivare questo settore, ma non sempre il tipo di assistenza offerto potrà risultare adeguato ai vostri standard.

In alcune nazioni anche i semplici costi di trasporto e di ricovero presso la struttura più idonea possono arrivare a costare fino a 250.000 U.S.

Cancellazione del viaggio e recesso. Gli imprevisti sono all’ordine del giorno ed è possibile che dobbiate rinunciare ad un viaggio imminente quando tutto ormai è già stato prenotato e pagato.

Talvolta ci si vedrà costretti invece a dover rientrare per qualche necessità ed abbandonare perciò la vacanza a metà. E’ bene quindi tutelarsi anche in questo caso, in particolar modo se si ha prenotato un pacchetto di viaggio di costo superiore ai 2000 euro.

Controllate  che la franchigia (l’importo al di sotto del quale non si ha diritto ad alcun rimborso) non sia eccessiva se equiparata al costo dell’intero pacchetto viaggio.

Furto e smarrimento bagagli. Il volo è appena atterrato e sul nastro trasportatore scorrono i vari bagagli dei nostri compagni. Tutti eccetto il nostro. Questa è una situazione molto comune che purtroppo riguarda tutte le compagnie aeree, anche le più blasonate.

Solo l’85% circa dei bagagli smarriti viene poi ritrovato. Quando ciò non avviene le compagnie aeree UE prevedono rimborsi che nelle migliori delle ipotesi arrivano fino a 1200 euro.

Questo a meno che non si viaggi con beni di particolare valore economico e che siano state in tal proposito fatte  le opportune dichiarazioni al momento del check in. Le procedure di rimborso offerte dalle compagnie aeree tendono ad essere piuttosto lunghe e cavillose.

E’ bene quindi tutelarsi con un’ assicurazione dotata di un massimale equiparabile al valore complessivo degli oggetti che si trasportano.

Responsabilità civile Vantaggiosa nel caso qualcuno si ferisse o avesse un incidente per motivi correlati alla tua responsabilità.

E’ un evento piuttosto insolito, può capitare tuttavia a tutti un piccolo momento di sbadataggine, soprattutto se ci troviamo in un ambiente nuovo e con il  quale non abbiamo molta familiarità. Le polizze migliori arrivano a coprire fino ad un massimale di 2 milioni di euro.

Ritardo Può tornare utile per ritardi superiori alle 24 ore dovuti ad eventuali scioperi delle compagnie aeree o a disagi di altro tipo causati da eventi insoliti quali calamità naturali, guerre o atti di terrorismo.

Come avrete capito la polizza di viaggio può in alcuni casi rivelarsi un investimento davvero intelligente. Non vi resta che guardarvi intorno, scegliere l’assicurazione che faccia maggiormente al caso vostro e, dopo che vi sarete assicurati, ricordatevi di portare la polizza sempre con voi, augurandovi  di non doverne mai avere bisogno!

Il nuovo turismo 2.0 formato digitale

Le prime ad accorgersi di questa repentina evoluzione sono state le compagnie aeree con tratte a basso costo.

Resesi capaci di  fiutare anzitempo l’ innovazione nel settore, si sono ben presto adeguate alle nuove esigenze di mercato, adottando in risposta oculate strategie di marketing.

La prima innovazione subentrata è stata quella dei  voli low cost, creati ad hoc  per concedere ad ognuno la possibilità di raggiungere, agevolmente  mete una volta considerati addirittura impensabili. Il tutto a costi estremamente contenuti ed astutamente calmierati.

Altri operatori hanno preferito puntare sul settore digitale e multimediale, in particolare con  lo sviluppo di  applicazioni per tablet e smartphone che permettono con poche e semplici operazioni di identificare strutture alberghiere o di prenotare veri e propri interi  pacchetti viaggio.

Il tutto nel giro di pochi minuti, o meglio nel giro di pochi click. L’innovazione tecnologica, resa possibile soprattutto grazie alla diffusione del web, ha ridotto largamente il tempo che gli italiani dedicano alla pianificazione delle loro vacanze.

Una decina di anni fa metà circa della popolazione si affidava alle agenzie di viaggio tradizionale mentre la restante metà si consigliava attraverso il passaparola di amici e parenti.

Un recente studio di Kayak.it rivela che ad oggi solo il 61% predilige  la carta di imbarco stampata , mentre il 47% si rivolge direttamente alla rete per le  prenotazioni on-line degli alberghi ed delle compagnie aeree.

Questa percentuale sale drasticamente per la fascia d’età degli under 30. I più giovani si rivolgono a siti web e ai numerosi blog  tematici per trarre ispirazione nella scelta del proprio itinerario turistico.

A rimanere pressochè immutate sono le attività predilette da svolgere durante il periodo vacanziero. Dedicarsi al relax sembra essere ancora difatti la priorità quando si va in ferie.

Sembrano  leggermente mutata invece le scelte inerenti alla struttura presso cui appoggiarsi durante la vacanza: case private riqualificate a bed and breakfast, agriturismi, ed in particolar modo centri benessere in località termali in cui passare solo il week end sembrano attirare sempre più gli italiani.

L’impressione è che il turismo trovi oggi la sua natura nella parola tempo. Non solo prenotazioni flash, ma anche vacanze brevi,  della durata di un solo week end od  al massimo di  pochi giorni: il solo  tempo necessario a ricaricare le batterie per liberarsi dal crescente stress urbano.

Sì perchè rispetto a un tempo gli italiani si trovano a dover fare i conti anche con il proprio portafoglio a causa del  periodo di recessione che stiamo vivendo. Per questo solo in pochi possono concedersi lunghi viaggi ed interi mesi di vacanza.

Nonostante queste premesse nulla pare esser cambiato invece nel settore del turismo d’elite. Le richieste per vacanze ad altissimo livello paiono non aver subito alcuna mutazione.

Ad accomunare la vacanza sia di entrambe i ceti fa capolino oggi un nuovo elemento, un tempo sconosciuto.

Se fino a non molti anni fa vi era l’abitudine di inviare la classica cartolina per condividere le proprie esperienze di viaggio con amici e parenti, oggi questa pratica sembra aver lasciato il posto alla condivisione di foto e video sui vari social media quali Facebook e Twitter che anche in questo stanno acquisendo giorno giorno un ruolo sempre più predominante.

Alla scoperta di Lubiana

Lubiana

Lubiana, capitale della Slovenia, è una città dalle atmosfere quasi magiche, con le sue architetture asburgiche che spiccano in un paesaggio dominato dalle verdi foreste sui mondi.

A poco più di due ore di viaggio da Venezia, la città mette in bella evidenza il suo passato asburgico, anche se in seguito ai terremoti del 1511 e del 1895 si è proceduto a ricostruzioni che hanno fatto sì che gli stili rinascimentale e barocco si mescolassero con l’art nouveau, in un melting pot unico nel suo genere.

Per altro, le zone più recenti della città sono state costruite solo dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale: qui si può scorgere l’ingegno creativo dell’architetto Joze Plecnik, protagonista di molteplici realizzazioni.

Il fatto che la capitale slovena abbia dimensioni relativamente piccole la rende una città a misura d’uomo: si tratta, in effetti, della capitale più piccola di tutto il continente europeo, ma non per questo poco affascinante o suggestiva.

Il fiume Ljubljanica la attraversa e passa addirittura nel centro storico, dove una grande isola pedonale consente di passeggiare quando e come si vuole, magari prima di fermarsi in un pub a sorseggiare un tè o una tisana per tenere il freddo ben lontano.

I ponti sono una delle caratteristiche peculiari di Lubiana: tra i più celebri, vale la pena di menzionare lo Zmajski Most, cioè il Ponte dei Draghi, ma anche il Triplo Ponte e il Ponte dei Calzolai, facile da distinguere grazie al suo colonnato.

Le due piazze principali della città sono la Piazza Civica e la Piazza Preseren, che sono collegate tra loro proprio dal Triplo Ponte, composto da tre differenti strutture e progettato dal già citato Plecnik.

Uno degli edifici più maestosi di Lubiana è il castello, che può essere visitato senza problemi ed è piuttosto vicino al centro pedonale: vi si arriva al termine di una breve passeggiata, ma in alternativa si può decidere anche di salire sulla funicolare spendendo i pochi euro necessari per il biglietto.

Il castello è stato ricostruito negli anni Sessanta del secolo scorso, pur adottando uno stile medievale, e permette di godere dall’alto di una visuale panoramica dell’intera città.

Infine, l’ultimo sito interessante che merita di essere segnato in agenda è il Parco Tivoli, con circa cinque chilometri quadrati di estensione: ha da poco festeggiato i due secoli di vita e al proprio interno accoglie, tra l’altro, un giardino botanico, una serra con diverse specie carnivore e uno stagno.

 

Quali sono le capitali internazionali della moda?

Parlare delle capitali internazionali della moda vuol dire menzionare metropoli mondiali come Parigi, New York, Madrid, Londra, Tokyo e, ovviamente, Milano: sono queste le città in cui il settore del fashion risplende, e che non a caso possono essere considerate come capitali dello shopping.

Milano, per esempio, non è solo la sede di alcuni dei marchi di moda di maggior prestigio al mondo – tra i quali si ricordano Dolce e Gabbana, Prada e Versace – ma è anche il luogo in cui sorge il Quadrilatero della Moda, poche vie in cui si concentrano boutique visitate ogni giorno da ricchi turisti in arrivo da ogni angolo del mondo.

Tra atelier di alta moda, gioiellerie e negozi di borse firmate, in via della Spiga e nelle strade vicine – via Monte Napoleone, corso Venezia e via Manzoni – girano soldi e trend, senza dimenticare il design di interni.

Insomma, haute couture e non solo, e d’altro canto la Milano Fashion Week è un appuntamento che cattura l’interesse di milioni di persone ogni volta che viene organizzata. Le maison di moda più note e le case emergenti hanno l’occasione di far vedere le proprie creazioni e di verificare le risposte del pubblico.

Non solo Milano, in ogni caso: un altro centro mondiale della moda è New York, con gli atelier di Ungaro, di Givenchy e di Dior, giusto per fare qualche nome. Broadway e Fifth Avenue sono i due siti di maggior interesse per chi vuole dedicarsi allo shopping, e anche in questo caso le Fashion Week sono eventi con la maiuscola: a febbraio e a settembre gli occhi del mondo sono puntati sulla Grande Mela, città in cui è possibile trovare di tutto, dai pezzi più vintage alle collezioni più moderne.

Tornando in Europa, infine, non si può fare a meno di menzionare la magia di Parigi: Yves St. Laurent, Chanel, Louis Vuitton e Stella McCartney sono solo alcuni dei brand che permettono di capire come la capitale francese sia un punto di riferimento imprescindibile per il mondo del fashion.

I Campi Elisi e La Rue de Rivoli, d’altro canto, fanno sognare uomini e donne che passerebbero tutta la propria vita a far compere. Non solo capi di abbigliamento, ma anche accessori di ogni genere: chi entra in una boutique parigina non si limita a comprare un abito o una cintura ma acquisisce un vero e proprio stile di vita, vivendo un’esperienza unica e realmente straordinaria.

 

Alla scoperta dei luoghi più belli del Friuli Venezia Giulia

friuli venezia giulia

Il Friuli Venezia Giulia è da pochi anni sotto il mirino delle più famose istituzioni turistiche internazionali. Non solo ci si è accorti di lui, ma ci è anche accorti che ha moltissimo da offrire.

Questo perchè in un territorio dall’estensione limitata, è compresa un’altissima densità di bellezze naturalistiche ed artistiche frutto, queste ultime di un’antichissima storia.

Il Friuli infatti è fino dall’antichità crocevia di mille dominazioni e popolazioni, ed anche adesso infondo subisce il retaggio di territorio di confine.

Da nord a sud troviamo una varietà morfologica incredibile che va dal mare alla montagna, offrendo però peculiarità geologiche uniche nel loro genere come il paesaggio carsico, in provincia di Trieste oppure le risorgive nel Friuli occidentale o ancora i laghi alpini nel nord della regione.

Questo da modo ai turisti di organizzare in qualsiasi stagione una vacanza in Friuli, poiché in ogni stagione sarà possibile ammirare qualche tipo di paesaggio al massimo della sua bellezza.

Per chi ha fame di storia e di bellezze artistiche non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ricordiamo infatti che dai primi insediamenti preistorici fino alla dominazione austriaca fino alla Grande Guerra, in Friuli si sono alternati Romani, Celti, Longobardi, Asburgici.

Le città senza dubbio irrinunciabili sono Gorizia, Trieste e Gorizia città dall’estensione limitata ma ricche di cose da vedere, che potrete visitare in non più di una o due giornate.

 Il Friuli in quanto terra di confine è disseminato in tutte le sue province, da nord a sud di castelli. Alcuni sono semplici ruderi ma altri sono completamente stati recuperati e visitabili tutto l’anno o in corrispondenza di particolari iniziative.

Tra i castelli più belli ricordiamo il Castello di Miramare a Trieste, il castello di San Giusto a Trieste, il castello di Udine, il Castello di Villalta di Fagagna.

 Per chi ama i borghi dalla lunga storia come non segnalare Spilimbergo, famosa in tutto il mondo per la produzione del mosaico artistico, Palmanova la città fortezza a forma di stella fondata dai veneziani e patrimonio dell’Unesco ed infine Cividale del Friuli uno splendido borgo medievale che sorge su uno splendido fiume dalle acqua azzurre che è il simbolo della dominazione inglese in Italia.

Infine segnaliamo Aquileia non lontano dalla costa friulana. Essa rappresenta il massimo insediamento romano in Friuli.

Aquileia infatti era un antico porto fluviale che diede vita ad un centro abitato dai fiorenti commerci e che con il tempo diventò il principale simbolo delle comunità proto cristiane in Italia.

Ad Aquileia i resti romani sono visibili praticamente ovunque ma in particolare presso l’antica basilica romanica e presso il foro romano.

1 2 3