Formazione, Sicurezza e Lavoro: Perché è Importante Aggiornarsi

Il mondo del lavoro richiede, praticamente in ogni settore, un aggiornamento costante: qualsiasi sia la nostra specializzazione, ogni giorno dobbiamo fare i conti con cose come nuove normative, supporti tecnici avanzati, procedimenti perfezionati…

Ma questo tipo di attenzione deve essere riservato anche a un altro aspetto del quotidiano impegno professionale: la sicurezza.

Corsi Per la Sicurezza sul Lavoro: di Cosa si Tratta?

Ogni lavoratore dovrebbe seguire alcuni corsi per la sicurezza sul lavoro, utili a ricevere una formazione di base oppure approfondimenti mirati, dedicati a tematiche centrali.

Questo tipo di preparazione, infatti, include corsi per il primo soccorso, per la prevenzione antincendio, per la gestione di turni e lavori che si svolgono in orario notturno, per la gestione dello stress e delle dinamiche interne, ma anche percorsi formativi dedicati ad argomenti meno trasversali e più specifici, come i requisiti per chi ricopre ruoli importanti in azienda (rspp, aspp e rls) o il corretto utilizzo di gas, laser, vibrazioni, rumori, agenti chimici, fisici e biologici.

Questa formazione consente, in moltissimi casi, di ricevere crediti e attestati, necessari per determinate professioni e competenze.

Perché è Così Importante Seguire Questi Corsi?

Non solo per essere sempre informati a livello teorico: saper gestire un’emergenza, mettendo in atto le giuste contromisure e mantenendo la calma, significa garantire a se stessi e agli altri la massima sicurezza.

Poter compiere le proprie mansioni in assoluta tranquillità è il requisito fondamentale per poter andare a lavoro senza nessun tipo di  preoccupazione.

Ulteriore punto di forza è, poi, la possibilità di inserire questa formazione nel proprio curriculum, come importantissimo requisito personale.

Chi propone questi corsi?

Chiunque desideri partecipare a queste lezioni, può sia far riferimento a risorse online, che a enti ed organizzazioni – come Anfos o Csao a Torino – che propongono preparazioni specifiche ad aziende e lavoratori, mettendo a disposizione i propri spazi!

Rituali dei Legamenti d’Amore

Ogni volta che nella vita di un’essere umano si presenta un problema concernente i legamenti d’amore è solito manifestare una reazione, le reazioni sono più o meno simili ma non uguali, infatti c’è chi di fronte ad un abbandono o rottura del rapporto con la persona amata riesce a farsi scivolare tutto addosso e il giorno dopo, grazie alla sua forza d’animo gira pagina.

Ma ogni tanto se la va a riguardare e questo solitamente accade perché quella persona non è abbastanza forte da riuscire a mettere da parte il dolore che prova, c’è chi quella pagina la chiude e non la aprirà mai più, c’è chi non riesce a capacitarsi dell’accaduto e si rinchiude nel suo limbo isolandosi da tutti e tutto e soffoca il suo dolore piangendo, chiedendosi continuamente dove o cosa potrebbe aver sbagliato, ritenendo sé stesso come l’unica vera causa della rottura di un rapporto amoroso.

Potrei elencarvene ancora altre reazioni che la testa di ognuno di noi ci fa intraprendere più o meno hanno tutte le stesse caratteristiche ma, tutte sono comunque intraprese per un unico motivo, il dolore provocato da una delusione d’amore.

Al Cuor non si comanda ed è proprio cosi, non si può rimanere impassibili a questo tipo di dolore, si è vero si può essere più o meno forti e assumere vari atteggiamenti ma immancabilmente ferisce tutti, nessuno può essere impassibile o impenetrabile di fronte a una delusione che va a mettere il dito dritto dritto nel cuore.

Ci sono come detto moltissimi modi per scacciare il chiodo e in molti ci riescono, tutti gli altri si sfonderanno la testa per ripristinare quel legamento d’amore e molti di loro sono disposti a tutto per ritrovare la felicità persa.

Per aiutare qualcuno a risolvere un amore non corrisposto o una rottura in amore, da sempre o almeno da migliaia d’anni, la Magia ha sempre fatto la sua parte, se molti anni fa bastava affidarsi a un cartomante di paese, o all’anima che faceva “quelle cose particolari” ora grazie all’era di internet si utilizza un tipo di ricerca che consente di trovare centinaia di professionisti che mettono al servizio del deluso molteplici pratiche magiche atte a riconquistare un amore non corrisposto.

I rituali dei legamenti d’amore sono tanti e diversi, ognuna di queste tecniche viene eseguita per le varie tipologie che si presentano e possono essere costose o addirittura costare quasi niente.

E vi posso assicurare che di persone che soffrono d’amore che fanno ricerche ce ne sono veramente molte, vi do qualche numero giusto per farvi un’idea di quanto sia ricercata e diffusa questa pratica del rituale d’amore.

Su google, solo nel circuito italiano, la parola legamenti d’amore assume 8.800 combinazioni, esempio: come fare un legamento d’amore, legamenti d’amore gratis, legamenti d’amore riusciti etc etc, le altre 8.797 ve le lascio immaginare.

Le pagine indicizzate con queste parole sono ben 124.000 e si cerca sempre in Italia questa combinazione tra le 2.000 e le 2.500 volte.

Impressionante no? Chi l’avrebbe mai detto che cosi tante persone cerchino aiuto per riconquistare il proprio o la propria amata, eppure è cosi, perché?

Ma soprattutto non è incredibile che così tanta gente ricerchi questo questo aiuto orientandosi a pratiche e rituali del mondo esoterico?

Proprio perché al cuor non si comanda e perché al mondo esistono dei “professionisti esoterici” che sostengono grazie agli studi sulla materia e decenni di sperimentazione, usano tecniche e tempi diversificati e risolvono questi problemi, per molte persone questi rituali sembreranno inutili, ma per chi ci tiene veramente e ama con tutto se stesso la persona persa hanno un senso.

Regali battesimo: alla ricerca di originalità

Regali battesimo

Questo momento, così particolare e importante per tantissime famiglie, viene spesso caratterizzato da doni piuttosto costosi, che vanno dal gioiellino tutto sommato appropriato per l’occasione, a gioielli veri e propri, orologi importanti e chi più ne ha più ne metta.

Non è detto, però, che regalare qualcosa di molto caro – e prezioso – sia necessariamente la scelta migliore: in ogni caso, il bambino non potrà farne uso se non dopo molti anni e, una volta cresciuto, non è detto che il dono rientri nelle sue preferenze o, eventualità ancor più probabile, che sia ancora “di moda” e non risulti eccessivamente retrò.

Meglio, quindi, dedicarsi ad un regalo diverso, che possa essere pratico e utile fin da subito: perché non pensare, per esempio, ad una torta di pannolini?

Le torte di pannolini, o diaper cake, nascono negli Stati Uniti e si diffondono prestissimo nel resto del mondo: come dice il nome, sono vere e proprie torte su più piani, realizzate con pannolini ripiegati e prodotti aggiuntivi.

Fra questi, per esempio, tutine, biberon, ciucci, calze, asciugamani, prodotti per la nanna, la pappa o il bagnetto: il tutto viene abbellito e presentato con nastri, fiocchi e velette coloratissime, che comprendono non solo i “classici” rosa e blu, ma anche tonalità più particolari e decorazioni multicolor.

Questo tipo di regalo così originale e diverso dal solito ha il pregio di coniugare unicità e utilità, in un dono di sicuro effetto, che permette di pensare contemporaneamente a grandi e piccini.

In commercio esistono davvero tantissime torte di pannolini – per esempio, queste firmate Lovecake – di qualità e dimensioni differenti: basta una veloce ricerca su Internet per trovare la soluzione perfetta per ogni esigenza di budget e funzionalità!

Cessione del Quinto e Tassi Soglia

 

cessione del quinto

Oggi su Buone Notizie Online torniamo a parlare di prestiti. Anzi di una particolare forma di prestito: la cessione del quinto.

Amatissima dai dipendenti  e dai pensionati. Una forma di finanziamento personale alla quale infatti solo alcune categorie di cittadini possono accedere.

Questo perché per fare la cessione del V dello stipendio serve una busta paga. Equiparata, ovviamente, anche la pensione.

Ovvero un’ entrata fissa, garantita, dalla quale direttamente, l’ istituto creditore preleverà la somma mensile utile alla restituzione.

Ma occhio a non farsi fregare. Quando si parla di prestiti il pericolo è dietro l’ angolo.

E allora vediamo quali sono le caratteristiche della cessione del quinto e quali sono ritenuti i tassi legali da applicare, sopra i quali si incorre nell’ usura.

Il prestito della cessione del quinto, è sempre più utilizzato da diverse categorie di lavoratori o pensionati per ottenere un finanziamento in tempi medio/brevi.

Come andremo a vedere, il tutto è regolamentato da regole specifiche che comprendo anche i tassi soglia che vengono trimestralmente aggiornati per rispettare i tassi anti/usura.

Prestito per la cessione del quinto

I prestiti per la cessione del quinto sono regolamentati da regole specifiche.

Tra queste, anche i tassi sono periodicamente aggiornati dall’INPS in accordo con gli istituti di credito.

Il tetto massimo imposto dalla Legge Italiana, è stato riportato dalla comunicazione n.5268 dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale e resterà in vigore fino al 31 marzo 2017.

I tassi soglia

Questi tassi non possono superare il tasso soglia di usura del 18,2375% per cifre inferiori ai 5mila euro, e del 17,0875% per cifre superiori.

I tassi medi invece, si attestano all’11,39% per cifre al di sotto dei 5mila euro e del 10,47% per degli importi superiori a questa cifra.

Tassi soglia TAEG della pensione

I tassi soglia TAEG per la cessione del quinto della pensione, sono stabiliti in base all’importo richiesto e all’età del cliente.

Per i finanziamenti fino a 5mila euro, il tetto massimo stabilito è del 8,58% fino all’età di 59 anni, al 10,18% per la fascia di età che va dai 60 a 69 anni e all’12,78% per la fascia di età dai 70 ai 79 anni.

Per prestiti oltre i 5mila euro il TAEG massimo applicabile è del 8,36% fino a 59 anni, 9,96% per la classe di eta’ dai 60 ai 69 anni e del 12,56% dai 70 ai 79 anni.

Limiti degli interessi

Per far si che gli interessi non superino il tasso-usura ogni trimestre viene calcolato il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM).

La differenza tra il limite e il tasso medio non può superare gli otto punti percentuali.

Tale metodo è entrato in vigore con il d.lgs 70/2011 che ha modificato il precedente art.2 comma 4 della legge 108/96.

Boom export vino bianco pugliese in Cina!

uva bianca pugliese

Il boom del vino bianco pugliese in Cina è un’ottima opportunità per i nostri imprenditori e di lavoro per i giovani che amano la Cina, la loro cultura e la loro lingua.

L’usanza di bere il vino a pasto che abbiamo qui noi in occidente e soprattutto in Italia è totalmente diversa da quella che hanno in Cina; stesso discorso vale per la birra.

Noi siamo soliti sorseggiare bicchieri di vino a pasto o sorseggiare una birra davanti ad una pizza o in un pub nel dopo cena. Se mai vi capiterà di trovarvi in Cina, scordatevi pure questa abitudine!

Più avanti vi spiegherò perchè!

E’ notizia di questi giorni dell’aumento di export del vino bianco pugliese in tutto il mondo, e ovviamente nella mia amata Cina. La Coldiretti segna un aumento del 13% in due anni. Non male!

Mi è capitato di imbattermi in una piccola enoteca mentre ero in Cina, all’interno di un enorme centro commerciale dai marchi prestigiosi. Devo dire era molto carina, aveva una costruzione in legno con umidità controllata, bottiglie allineate provenienti da Francia, Spagna, Italia, ma con nomi mai visti.

Ci sono diverse tipologie di bevitori di vino in Cina: quelli che “ci capiscono” e quelli che lo bevono per far bella figura, come simbolo del loro status.

Quelli che “ci capiscono”, tendono ad acquistare vini costosi, e a sorseggiarli come un vero italiano, arrivando a pagare un semplice montepulciano anche 250 Euro…

Quelli che invece lo bevono perchè “il mio status ed il mio portafoglio non possono non essere accompagnati da un buon vino” , acquistano vini con bottiglie particolari, magari impreziosite con brillantini (ah…quanto piacciono i brillantini ai cinesi ! ) e magari con un’etichetta fashion, sotto la quale si nasconde probabilmente un vino del Todis…

Spesso vengono richieste hostess Italiane con conoscenza della lingua cinese per presentare vini ai clienti (sbocco di lavoro per giovani che amano il vino e parlano cinese), durante manifestazioni di vario tipo, ma anche se tali ragazze non se ne intendono, vengono istruite ad hoc e mandate a far degustare chi un vino bianco e chi un vino rosso.

Ed alla fine usciranno di li tutti ubriachi!

Qui volendo potremmo aprire un capitolo grande quanto una botte sul COME i cinesi bevono a tavola: la mia proposta? Ci vorrebbe una rieducazione popolare!

Vi presento due sgorbietti che, sempre se mai vi capiterà di andare in Cina, si presenteranno mille e ancora mille volte durante la cena :

干杯 ( gān bēi )

Il Ganbei non è altro che un brindisi, come noi abbiamo il nostro CinCin. Qual’è la differenza? Molto semplice: si alza il bicchiere, si indica la persona con la quale o per la quale fare un brindisi, ed il bicchiere va vuotato in un sol colpo, et voilà !

Ma non passeranno 5 secondi che una persona a voi vicina, ve lo riempirà educatamente.

E così la serata andrà avanti, mentre gli ospiti uno ad uno iniziano ad essere rossi e allegri, fino a urlare e gridare più di come facciano già normalmente.

Questo è il modo di bere in Cina, e durante la serata di Ganbei ne vengono fatti molti, moltissimi se a tavola c’è uno straniero. Ne so qualcosa. Ma fortunatamente noi occidentali abbiamo una soglia molto più alta di sopportazione rispetto a loro !

Numerose comunque sono le aziende che vogliono espandere il loro commercio con la Cinae ancor più numerose sono gli italiani richiesti per lavori come sommelier, rappresentante o anche solo hostess.

Il mito italiano continua la sua corsa, e le percentuali sono solo che destinate a salire!

Perciò brindiamo a noi anche se in Patria la crisi morde!

Biancheria Per La Casa Le Tipologie e La Scelta Giusta Per il 2018

biancheria-per-la-casa-online

Con il termine biancheria per la casa si considera l’insieme di tutte le suppellettili necessarie all’interno di un appartamento che comprendono la biancheria per il letto, quella per il bagno e quella da tavola e da soggiorno.

Ogni articolo è necessario e indispensabile dal punto di vista pratico. Lenzuola, asciugamani, cuscini, accappatoi, copridivano, non solo appaiono come degli elementi di arredo che attribuiscono un valore aggiunto al proprio appartamento, ma rimangono degli elementi di vita quotidiana necessari.

Di seguito elenchiamo una serie di oggetti che fanno parte della biancheria necessaria per la casa.

I prodotti di biancheria per la casa

Lenzuola

Le lenzuola fanno parte della biancheria da letto, quindi dell’insieme di suppellettili necessarie per adibire un letto.

Sia che si parli di un letto matrimoniale, a una piazza o a una piazza e mezza, si avranno lenzuola copri materasso necessarie per porle sopra il materasso e le lenzuola superiori che possono essere ad angoli o senza, da porre sotto un copriletto o un piumino.

E’ preferibile che il tessuto sia completamente in cotone naturale, in modo da evitare allergie o accumulo di polvere.

Coperte

Per completare il letto e rimanere al caldo sia in climi mediterranei che in quelli nordici sarà necessario porre al di sopra del lenzuolo una coperta di differente materiale, dal semplice cotone al pile e alla lana.

Copripiumino

E’ una fodera che può essere a due piazze a una piazza e mezzo o per letto singolo, all’interno della quale viene inserito il piumino.

Appare simile a una busta in tessuto.

Piumini

E’ la tipologia di copertura del letto più pesante, rispetto alle coperte e alla trapunta.

E’ composto al cento per cento da piume d’oca. In base alla quantità di piume presente all’interno del tessuto, si avrà un calore maggiore.

Trapunte

Sono una via di mezzo tra la coperta, più leggera e utilizzabile sia nei primi mesi invernali che nelle mezze stagioni, e il piumini.

Rispetto alla coperta, le trapunte sono più pesanti, e in rapporto al piumino condividono l’imbottitura che spesso può essere in piume o in altri materiali.

Le trapunte sono composte normalmente da tre parti: un tessuto esterno, una fodera interna e un imbottitura.

Scalda Sonno

L’idea nasce dalla necessità nel passato di riscaldare le coperte prima di coricarsi e consisteva in una piccolo braciere in metallo nel quale venivano riposti i carboni caldi.

Il moderno scalda sonno e uno strumento simile a una coperta sottile normalmente in pile riscaldata attraverso un piccolo computerino elettrico che permette di mantenere il calore per tutta la notte o regolare la temperatura in modo da mantenerla costante.

Viene collocato al di sotto del copri materasso.

Cuscini

E’ un contenitore in tessuto, di forma e grandezza differente all’interno del quale vengono introdotti differenti materiali al fine di renderlo morbido ed ergonomico.

E’ utilizzato per poggiare il capo, posizionarlo sotto i piedi o dietro la schiena. Il materiale di cui è composto può essere: lana, cotone, piume, lattice. Leggi più informazioni qui.

Accappatoi

Simile a una vestaglia, di tessuto differente, come spugna, tela, microfibra o a nido d’ape con la funzione di coprire ed asciugare l’intero corpo.

Asciugamani

Tessuto di grandezza differente utile al fine di asciugare parti diverse nel corpo.

Fanno parte della biancheria da bagno, e comprendono un asciugamano per il bidet, una per le mani, uno grande per la doccia e il bagno e una di tessuto più leggero per il viso.

Può essere di tela, a nido d’ape, in microfibra, o semplicemente di spugna.

Tappeti

Tessuti di forma diversa, dal rettangolare al tondo, di spessore differente che vengono posti sul pavimento al fine di ricoprire una determinata superficie.

Possono essere utilizzati in parti diversi della casa, con funzioni pratiche, come i tappetini nei bagni o estetiche per esempio quelli posti nel salone.

Cuscini arredo

Contenitore di tessuto, di forma più piccola rispetto ai cuscini da letto.

Vengono posti su divani e poltrone, sia per rendere la posizione da seduto più comodo, ma anche per attribuire un valore estetico.

Plaid coperte

Coperte composte da materiale in lana o in pail con grandezza differenti che va da una piazza e mezzo a quello matrimoniale, utile al fine di riscaldare una persona seduta su un divano o stesa nel letto.

Copri divani arredo

Tessuto simile a una coperta quasi sempre in cotone, posto al di sopra del divano al fine di proteggere da polvere e sporcizia la superficie dell’arredo.

I motivi e la produzione degli stessi, rendono i copridivani non solo degli elementi utili, ma anche esteticamente belli.

Alga Spirulina e le Proprietà Terapeutiche si Questo Super Food

alga-spirulina-proprieta-terapeutiche

L’Alga Spirulina è tra i super food più ambiti di questo decennio. Infatti la domanda che in molti si chiedono è: davvero in futuro ci sederemo a tavola per mangiare alghe? 

In realtà non c’è una risposta certa, ma anche se può sembrare strano già esistono alcune alghe che godono di molta popolarità dal punto di vista culinario, una di queste è l’alga spirulina.

 

Che cos’è e a cosa serve l’Alga Spirulina?

Forse un po’ tutti ci siamo fatti almeno una volta nella vita questa domanda: che cos’è e a cosa serve l’alga alga spirulina?

Allora rispondere alla prima domanda è abbastanza semplice e scontato, infatti la Spirulina proprio come dice la parola è un Alga.

Questa cresce in modo spontaneo in alcuni tipi di stagli ed ha una storia lunga milioni di anni infatti si narra che gli Atzechi ne fossero grandi estimatori tanto da chiamarla “Cibo degli Dei”.

Dare una risposta all seconda domanda, a cosa serve l’alga spirulina è un po’ più complicato ma cercherò in breve di spiegare quelle che sono le funzioni principali.

Prima di tutto grazie alle sue proprietà è molto efficace come integratore infatti questa tipo di alga e finita sotto l’attenzione degli sportivi.

L’alga spirulina è ricca di vitamine e proteina, e grazie a questo si riesce ad avere un effetto tonificante ed energizzante, ed ha un basso contenuto calorico.

Come va Mangiata l’Alga Spirulina

Sicuramente è importante mangiarla cruda, perchè un po’ come succede in tutti i cibi il processo di cottura ne eliminerebbe tutte le proprietà benefiche.

Una delle migliori modalità per consumarla è in acqua ma è comune anche usarla come condimento di insalate e anche come integratore di zuppe, succhi, centrifughe.

Esiste anche in versione pasticca infatti a volte viene usata per compensare deficit dell’organismo come l’anemia.

Molti esaltano le sue tantissime proprietà come antiossidante, antinvecchiamente e serve a rafforzare il sistema immunitario.

 

Prestiti e Mutui, la guida

I Prestiti Personali sono finanziamenti destinati a tutti i lavoratori dipendenti (pubblici e privati) e pensionati. Sono tante le società finanziarie che offrono una vasta gamma di prestiti personali immediati, a fronte di garanzie minime, a condizioni estremamente vantaggiose e convenienti per ogni cliente.

I prestiti sono concessi anche in presenza di altri finanziamenti, protesti e pignoramenti in corso.

E’ sufficiente che tu richieda un preventivo, gratuito e senza impegno.

Hai anche la possibilità di eseguire l’estinzione anticipata, in qualsiasi momento. Nel costo dell’operazione bisogna considerare anche la copertura assicurativa “rischio vita” e “rischio impiego”: in caso di licenziamento o premorienza, nessuno sarà tenuto a provvedere all’estinzione del debito.

Le due modalità principali con le quali viene concesso un finanziamento sono:

  • Cessione Quinto: prestito che viene rimborsato attraverso il pagamento di rate mensili, a tasso fisso agevolato, che vengono direttamente trattenute in busta paga. La somma erogata dipende dall’entità del TFR. Le rate possono essere al massimo 120. L’importo, in ogni caso, non può essere superiore al quinto dello stipendio. La maggior parte delle banche e delle finanziarie offre tale servizio a condizioni estremamente vantaggiose e convenienti;
  • Prestito Delega: forma di finanziamento che consente di integrare, estinguere o rinnovare altri prestiti in corso. Può anche essere affiancato alla cessione del quinto. Il rimborso avviene attraverso il pagamento di rate mensili (al massimo 120) con tasso fisso agevolato, trattenute in busta paga. In ogni caso, il tasso non supera mai le soglie definite dalla Banca d’Italia, nel quadro delle norme antiusura. L’importo delle rate non può essere superiore ai 2/5 dello stipendio netto. La somma erogata dipende dall’entità del TFR.

Un mutuo, invece, è un finanziamento destinato alla costruzione, acquisto o ristrutturazione di un’unità immobiliare.

Ad oggi le banche offrono mutui fino al 80% del valore dell’immobile, vedi qui. Sono due i concetti da considerare quando si parla di mutuo, che caratterizzano questo finanziamento:

  • Ipoteca: garanzia richiesta per concedere il mutuo, a tutela del rischio di insolvenza del debitore. Attribuisce al creditore un diritto di prelazione sul bene: se il debitore non riuscisse a far fronte al proprio debito, il creditore potrà rivalersi con il ricavato della vendita del bene immobile oggetto del mutuo.
  • Rata: importo da pagare mensilmente, per rimborsare il mutuo. Il numero delle rate varia in base alla soluzione di finanziamento scelta ed accordata con l’istituto di credito. A differenza dei prestiti, può essere a tasso fisso o variabile, oppure da rimborsare mensilmente, bimestralmente, trimestralmente o semestralmente.

Sia per i prestiti che per i mutui, bisogna infine assicurarsi che l’istituto finanziario a cui ci si rivolge rispetta la normativa sulla trasparenza e quella sulla privacy:

  • la prima tutela il diritto del cliente ad essere chiaramente informato sulle condizioni del contratto, in modo assolutamente dettagliato;
  • la seconda tutela invece il diritto del cliente alla riservatezza dei propri dati personali. Egli deve poter essere chiaramente informato sul loro utilizzo, in modo estremamente dettagliato ed, in ogni caso, previa autorizzazione da parte del cliente stesso.

Scritto da Laura Tuccitto

Le Quattro Diete Più Famose per l’Estate 2017

Se anche l’attività fisica non ha dato i frutti sperati, spesso per perdere peso si ricorre ad una dieta e la scelta più ovvia è quella di seguire il regime alimentare più in voga al momento.

I nutrizionisti di tutto il mondo, invece, dopo anni di studi e di pubblicazioni su riviste di fama mondiale, consigliano sempre di scegliere cosa e quanto mangiare in base alle caratteristiche specifiche del proprio corpo e alle proprie abitudini di vita.

Il tutto, quindi, senza necessariamente ricorrere ciecamente ad un regime alimentare dietetico solo perché va di moda in uno specifico periodo.

Ciononostante, occorre ammettere che le diete più famose son sempre quelle più appropriate o più di impatto e, soprattutto prima dell’estate, son seguite proprio per i suddetti motivi.

Vediamo le diete più diffuse in questo momento :

Dieta Scarsdale

Dieata da un cardiologo statunitense, la dieta prevede una drastica riduzione di carboidrati e zuccheri nei primi 14 giorni, per poi reintegrarli in maniera graduata nei successivi 14.

Tale regime determina una perdita di peso rilevante sul breve periodo, ma si sta capendo da studi random su vari pazienti che sul lungo periodo invece potrebbe non riportare più i risultati desiderati;

Dieta dissociata

Prevede di non mangiare i carboidrati assieme alle proteine, la frutta e la verdura diventano il pasto principale. Inoltre, richiede di evitare alimenti raffinati ma mangiare la versione integrale;

Dieta Dukan

Parliamo della dieta più nota e controbattuta degli ultimi anni. Ha trovato molti oppositori anche se è ancora piuttosto diffusa.

Essa prevede un calo rapido di peso a seguito di una concentrazione di alimenti ricchi di proteine in una prima fase di dieta, a seguire si reintegrano progressivamente gli alimenti esclusi all’inizio.

Dieta mediterranea

Questa è una delle più ‘antiche’, ma anche più efficaci. Resta una dieta basta su un regime alimentare ricco di ogni alimento purché sia povero di grassi saturi, si basa sul concetto di genuinità del prodotto e sulla varietà dei pasti che non devono eccedere quantitativamente.

Fermo restando quanto detto ad inizio articolo, è ovvio che ciascuna dieta, se considerata in maniera eccessiva e senza commisurarla alla persona specifica può avere effetti indesiderati.

L’attività fisica costante è sicuramente uno dei metodi migliori per recuperare e mantenere la salute fisica e il benessere del corpo e va sempre e comunque accompagnata alla dieta scelta.

Nessun dietologo, infatti, vi garantirà una perdita di peso più o meno importante se non associate ad una restrizione alimentare anche un qualcosa che consenta di bruciare calorie e grassi in eccesso.

Documenti Necessari Per Volare in Australia

viaggiare australia

I motivi di un viaggio sono molteplici: c’è chi parte per ritrovare se stesso, chi più materialmente parte per trovare un nuovo lavoro, chi vuole cambiare radicalmente vita e chi invece intraprende un viaggio studio.

Una delle mete più gettonate, sia per gli studenti che per i semplici turisti, è l’Australia. Si tratta di un paese meraviglioso, dove la natura selvaggia ed incontaminata si fonde con la modernità e la tecnologia delle metropoli senza stonare.

Anche se ami i viaggi “on the road”, non puoi decidere di partire all’improvviso in Australia, ma hai bisogno di alcuni documenti necessari per poter entrare nel paese.

Se hai intenzione di prolungare la tua permanenza in Australia per almeno due anni, devi procurarti il Working Holiday Visa, un documento necessario per gli studenti lavoratori o per i turisti che abbiano un’età comprese tra i 18 ed i 30 anni.

Ottenere questo documento è piuttosto semplice, ma ha un costo di 420 euro, non certo una cifra irrisoria. Tuttavia una volta ottenuto il Working Holiday Visa non dovrai farlo per almeno altri due anni, e potrai andare e venire dall’Australia ogni volta che vuoi e senza particolari vincoli od ostacoli.

Non è molto frequente, ma in alcuni casi si può trovare lavoro in Australia ancora prima di partire. Solitamente ciò avviene quando si ha un amico o un parente sul posto, che riesce a trovarti un buon lavoro tramite conoscenti.

Più complicato ma non impossibile, c’è chi riesce a trovare lavoro direttamente sul web. In entrambi i casi è possibile richiedere la Standard Business Sponsorship, cioè una sorta di autorizzazione rilasciata dal datore di lavoro, che fa da garante per il dipendente.

Anche il costo del documento è a carico del datore di lavoro, e non sarà facile trovare qualcuno disposto a pagare e a fare da garante per un proprio dipendente che per giunta viene dall’estero.

Per avere tutto a posto infine non dimenticarti di richiedere prima di partire la traduzione certificata dei tuoi documenti.

Ne avrai bisogno per la tradizione della patente per poter guidare, ed anche per convalidare tutti i tuoi studi ed i tuoi master da sottoporre all’attenzione delle aziende presso cui farai richiesta di lavoro.

La traduzione della carta d’identità è necessaria per convalidare la tua permanenza nel paese da un punto di vista legale. Per questi servizi devi rivolgerti ad un’agenzia di traduzione giurata professionale, che certifica e dà valore legale a tutti i tuoi documenti.

 

1 2 3