Malcesine, la perla del lago di Garda in inverno

malcesine-spiaggia

Malcesine si trova sulla sponda orientale del Lago di Garda ed è la comunità più settentrionale della provincia di Verona-Lago di Garda. Si trova a soli 54 km da Verona e, insieme a Riva del Garda e Limone sul Garda, è una delle “Perle del Lago di Garda”.

Il villaggio, costruito intorno al “Castello Scaligero” e il “Palazzo dei Capitani”, sede della biblioteca comunale, è posto ai piedi del Monte Baldo. Il centro storico ha un fascino particolare, con il suo porticciolo, le piazzette, le caffetterie e ristoranti tipici e la chiesa parrocchiale “Santo Stefano e Benigno e Caro”.

Malcesine è una delle più eleganti e meglio attrezzate destinazioni di vacanza a Lago di Garda: numerosi hotel, appartamenti, bed and breakfast e camping luoghi offrono ai loro ospiti tutti i tipi di alloggio.

Il villaggio offre una vasta gamma di attività sportive, per esempio vela, windsurf, sci d’acqua, parapendio, tennis, mini golf e mountain bike.

Uno dei più famosi club di vela ha sede a Malcesine: la “Fraglia della Vela”, contando sui suoi migliori atleti, si propone di conquistare non solo l’Europa, ma il mondo intero. Una funivia collega Malcesine al Monte Baldo (1800 m), che è anche chiamato “giardino botanico d’Europa” per le sue specie vegetali diverse.

In inverno, si tratta di un’area sciistica apprezzata, con i suoi 11 km di piste per principianti o sciatori esperti.

In estate, al contrario, diventa un punto di partenza ideale per il parapendio sopra Malcesine sul lago di Garda. Gli amanti della mountain bike preferiscono invece girare alla ricerca dell’adrenalina e delle emozionanti pratiche in discesa.

La funivia da Malcesine al Monte Baldo

Per una vista spettacolare sul lago di Garda non vi è nulla che può battere un giro sulla funivia di Malcesine-Monte Baldo, che vi porterà a 1600 m in soli dieci minuti e raggiunge un’altitudine di 1760 m nella parte superiore del Monte Baldo.

In una giornata limpida si può vedere tutto il lago, da Riva a Peschiera del Garda: un panorama mozzafiato! La funivia di Malcesine-Monte Baldo è unica al mondo per una peculiare ed emozionante caratteristica tecnica: sulla parte superiore della cabina ruota lentamente ed offre una vista a 360 gradi regalandovi l’unica e bellissima sensazione di volare.

In inverno le piste del Monte Baldo ospitano una vivace stagione sciistica dello sport e dello spettacolo, sullo sfondo del lago di Garda: un’esperienza davvero unica da vivere solo ed esclusivamente sulla funivia di Malcesine-Monte Baldo.

La funivia Malcesine-Monte Baldo è aperta per 10 mesi all’anno e ti porta da Malcesine a Tratto Spino, sul Monte Baldo a 1760 m di altitudine, in soli 15 minuti.

La funivia è abbastanza nota e attraente, perché nella seconda sezione della cabina ruota su se stessa in salita, offrendo ai passeggeri una visione a 360 gradi.

Si tratta di una prospettiva altrimenti inaccessibile: si possono vedere il lago, le colline e le montagne tutto in una volta. La funivia è composta da tre stazioni.

La stazione di terra si trova in via Navene Vecchia a Malcesine, la stazione intermedia si trova a San Michele a 580 m di altitudine, e la stazione superiore è in Tratto Spino, sul Monte Baldo a 1760 m di altitudine.

La funivia inizia alle 08:00 da Malcesine la sua corsa e poi c’è una corsa ogni 30 minuti. I numeri di corse aumentano con il numero di visitatori. Il tempo dell’ultima corsa dipende dalla discesa della stagione.

Una volta arrivati sulla cima del Monte Baldo si potrebbe fare una passeggiata, godersi la bella vista o provare uno dei tanti piatti tipici serviti nei rifugi o nei ristoranti vicino alla stazione. Non lontano dalla stazione della funivia Malcesine-Monte Baldo, c’è il sito di lancio di parapendio.

 

Spese per il matrimonio: come chiedere un prestito

spese matrimonio

Se si ha voglia di un matrimonio sfarzoso e in grande stile, è molto probabile che ci si ritrovi alle prese con spese piuttosto onerose: dal momento che non tutti hanno a disposizione un budget molto elevato, non è da escludere la possibilità di chiedere un finanziamento.

Sì, insomma, un vero e proprio prestito per essere certi di godersi una cerimonia spettacolare, con un rimborso del denaro a rate in base alle proprie esigenze.

Riflettendo, i costi di cui ci si deve occupare sono davvero tanti: dal fotografo per matrimonio al fiorista, dal noleggio dell’auto d’epoca per la sposa all’affitto della location per il ricevimento, dal catering ai trasporti per gli invitati, e così via.

Ovviamente, non è detto che tutte queste spese siano obbligatorie, ma se il matrimonio deve essere il giorno più bello della vita di una persona vale davvero la pena di pensare a risparmiare un po’?

Gli istituti di credito disponibili a fornire finanziamenti finalizzati, d’altro canto, sono molti, e non è nemmeno detto che ci si debba rivolgere alle banche tradizionali: volendo si può fare affidamento anche su quelle online, che hanno il pregio di garantire tempi di risposta più rapidi e una maggiore immediatezza, e non di rado formulano anche proposte più convenienti sul piano economico.

Oltre a ciò, è possibile trovare in Rete anche delle agenzie private che sono specializzate nell’erogazione di finanziamenti ad hoc e di prestiti personali: può essere utile, allora, chiedere informazioni a più di un’agenzia, in modo tale da individuare con facilità quella che offre le condizioni migliori, sia dal punto di vista dei tassi di interesse applicati che dal punto di vista dell’entità delle rate.

Ognuno, d’altra parte, ha esigenze diverse: c’è chi preferisce rimborsare il prestito nel minor tempo possibile, e quindi far fronte a rate piuttosto alte, e chi invece desidera ammortizzare l’esborso nel tempo.

Va ricordato, in conclusione, che sempre più spesso oggi sono gli stessi fornitori dei servizi previsti per una festa di nozze, come i fiorai, i wedding planner e i ristoratori, a far conoscere ai propri clienti le opportunità di finanziamento su cui possono fare affidamento in virtù di speciali convenzioni che hanno stipulato con gli istituti di credito.

In questo modo si possono richiedere anche dei prestiti personalizzati, impostati sulla base di criteri unici e condizioni specifiche per la situazione di riferimento, eventualmente anche con la garanzia rappresentata dalla fideiussione di un soggetto terzo.

Visitare l’isola di Sal a Capo Verde

L’isola di Sal, fa parte dell’arcipelago nazione di Capoverde (CaboVerde in lingua locale), è stata definita con una metafora come una piccola zattera africana carica di ex-schiavi, marinai, musica e saudade.
Si trova a metà strada tra il Portogallo e il Brasile, e in passato è stata usata come scalo tra l’Europa e il Nuovo Mondo appena scoperto (l’America).

Conserva tuttora il fascino delle terre lontane e delle isole sperdute negli oceani, seppur coniugato al recente sviluppo dell’abitato di Santa Maria che l’ha resa confortevole e adatta ad un turismo di tutte le età.

Ecco in sintesi le coordinate dell’isola:
Posizione – nell’Oceano Atlantico a circa km 450 dalla costa del Senegal, alla stessa latitudine dei Caraibi tra il tropico del Cancro e l’Equatore.
Clima – tropicale secco con temperatura costante, in media 25°C (minime invernali 20-22°C, max estive 27-30°C); temperatura dell’acqua tra i 22° e i 25°; brezza marina più forte nei mesi invernali (gennaio/marzo); piovosità pressoché nulla.
Superficie – 216 Km² (quasi come l’Isola d’Elba)
Dimensioni – lunghezza max nord-sud 30 Km, larghezza max est-ovest 12 Km
Altitudine massima – 405 m
Popolazione – circa 14.000 abitanti
Lingua – parlati comunemente il portoghese ed il creolo (dialetto misto di portoghese e lingue africane); diffusi italiano, francese, inglese e spagnolo.

L’abitato di Santa Maria si estende più o meno a scacchiera allungandosi tra il mare, da un lato, e il deserto di terra dura dall’altro.

Le sue poche vie, dove si affacciano caratteristiche abitazioni a un piano dai colori pastello, sono costantemente animate dalla vivacità della vita capoverdiana.

I ristoranti, i bar e i negozi, a gestione esclusivamente familiare, sono numerosi e la popolazione locale è cordiale e disponibile al contatto con i visitatori.

Punto focale del paese è il piccolo pontile in legno, dove quotidianamente i pescatori scaricano il pesce appena preso: dato che da queste parti la natura fa le cose in grande, predominano tonni pinna gialla, marlin, barracuda, murene e… squali.

L’isola di Sal propone una serie di paesaggi suggestivi e di grande fascino.
Oltre all’abitato di Santa Maria, ecco i principali luoghi da non perdere:

La lunghissima spiaggia (8 Km) di sabbia bianca con un mare di una purezza e di un colore incredibili, che da Santa Maria arriva fino a Ponta Preta, spot da sempre frequentato dai migliori surfisti e windsurfisti del mondo, passando per Ponta do Sino, con il suo faro e il relitto di un veliero arenato.

Le vecchie saline abbandonate di Pedra de Lume, che si trovano all’interno del cratere di un antico vulcano ormai spento e dove è possibile fare il bagno, galleggiando nelle acque salate.

L’oasi di Baia da Fontona con verdi palme e acque cristalline e calmissime.

La capitale Espargos, al centro dell’isola e vicino all’aeroporto internazionale, abitata quasi esclusivamente dalla popolazione locale.

Il piccolo centro portuale di Palmeira, scalo navale per i cargo, per i traghetti che fanno la spola tra le isole e per velisti di passaggio.

La piscina naturale di Burracona, che si riempie e si svuota seguendo il ritmo delle maree e dove le onde creano giochi d’acqua spettacolari.

Il deserto rosso e pietroso a nord dell’isola, con la possibilità di provare l’effetto straniante dei miraggi.

La selvaggia Ponta Fiura, all’estremo nord, quasi irraggiungibile via terra e battuta da un mare violento.

Via  http://www.ilcomuneinforma.it/viaggi/149/chi-fa-da-secapo-verde/

1 2