Come difendere una casa vacanza quando non ci siamo

La casa vacanze al mare o in montagna è, ed è stato per anni, un sogno per molti italiani. Un rifugio in qualche località in cui staccare la spina ma in cui tuttavia sentirsi come a casa. La casa vacanze richiede tanti sacrifici ed è per questa ragione che i proprietari dovrebbero tutelare al massimo le loro proprietà.

In questo articolo vedremo insieme a Gioma srl specializzata in finiture di pregio e serramenti in pvc a Udine, come difendere la nostra casa vacanza quando non vi siamo.

 Per prima cosa difendiamo le finestre poiché è proprio attraverso esse che si verificano la maggior parte delle effrazioni. Se sono vecchie e malandate corriamo subito ai ripari andando a sostituirle, poiché basta una cacciavite per scardinare le ante di una finestra malandata.

I serramenti di ultima generazione infatti sono dotati di molteplici punti di chiusura e faranno tribolare molto di più i mal intenzionati. Per chi volesse un livello di sicurezza extra, è possibile dotare le finestre di maniglia con chiave e vetri antisfondamento.

Questi ultimi oltre ad essere più resistenti alle sollecitazioni risultano anche utili quando in casa ci sono dei bambini poiché in caso di rottura non si producono schegge acuminate ma piccoli frammenti di fatto meno pericolosi.

Le finestre che si trovano al piano terra dovrebbero inoltre essere protette attraverso delle apposite inferiate.

Proteggete l’ingresso con una porta blindata, con una luce a foto cellula e con una finta telecamera. A volta una finta telecamera posizionata in un punto strategico per i ladri rappresenta già di per se un ottimo deterrente.

Chi ha la possibilità di fare un investimento maggiore potrà installare un impianto di allarme vero e proprio, magari collegato a distanza attraverso una app su smartphone che in caso di comportamenti sospetti messi in evidenza dalle telecamere di sorveglianza vi consenta di far partire una chiamata ad un ente di vigilanza.

Infine rimangono sempre validi i comportamenti guidati dal buon senso. Controllate che tutte le porte siano chiuse anche quelle secondaria, verificando che tappeti o tendaggi non ne ostruiscano la corretta chiusura.

Evitate di coprire la porta di ingresso con tende da sole o con piante e più in generale fate in mode che l’uscio sia sempre ben visibile dalla strada o dalle case vicine.

In ultima battuta evitate di nascondere chiavi di riserva sotto zerbini o dentro qualche sottovaso: è il primo posto dove i ladri andrebbero a guardare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *