Quali sono le capitali internazionali della moda?

Parlare delle capitali internazionali della moda vuol dire menzionare metropoli mondiali come Parigi, New York, Madrid, Londra, Tokyo e, ovviamente, Milano: sono queste le città in cui il settore del fashion risplende, e che non a caso possono essere considerate come capitali dello shopping.

Milano, per esempio, non è solo la sede di alcuni dei marchi di moda di maggior prestigio al mondo – tra i quali si ricordano Dolce e Gabbana, Prada e Versace – ma è anche il luogo in cui sorge il Quadrilatero della Moda, poche vie in cui si concentrano boutique visitate ogni giorno da ricchi turisti in arrivo da ogni angolo del mondo.

Tra atelier di alta moda, gioiellerie e negozi di borse firmate, in via della Spiga e nelle strade vicine – via Monte Napoleone, corso Venezia e via Manzoni – girano soldi e trend, senza dimenticare il design di interni.

Insomma, haute couture e non solo, e d’altro canto la Milano Fashion Week è un appuntamento che cattura l’interesse di milioni di persone ogni volta che viene organizzata. Le maison di moda più note e le case emergenti hanno l’occasione di far vedere le proprie creazioni e di verificare le risposte del pubblico.

Non solo Milano, in ogni caso: un altro centro mondiale della moda è New York, con gli atelier di Ungaro, di Givenchy e di Dior, giusto per fare qualche nome. Broadway e Fifth Avenue sono i due siti di maggior interesse per chi vuole dedicarsi allo shopping, e anche in questo caso le Fashion Week sono eventi con la maiuscola: a febbraio e a settembre gli occhi del mondo sono puntati sulla Grande Mela, città in cui è possibile trovare di tutto, dai pezzi più vintage alle collezioni più moderne.

Tornando in Europa, infine, non si può fare a meno di menzionare la magia di Parigi: Yves St. Laurent, Chanel, Louis Vuitton e Stella McCartney sono solo alcuni dei brand che permettono di capire come la capitale francese sia un punto di riferimento imprescindibile per il mondo del fashion.

I Campi Elisi e La Rue de Rivoli, d’altro canto, fanno sognare uomini e donne che passerebbero tutta la propria vita a far compere. Non solo capi di abbigliamento, ma anche accessori di ogni genere: chi entra in una boutique parigina non si limita a comprare un abito o una cintura ma acquisisce un vero e proprio stile di vita, vivendo un’esperienza unica e realmente straordinaria.

 

Come difendere una casa vacanza quando non ci siamo

La casa vacanze al mare o in montagna è, ed è stato per anni, un sogno per molti italiani. Un rifugio in qualche località in cui staccare la spina ma in cui tuttavia sentirsi come a casa. La casa vacanze richiede tanti sacrifici ed è per questa ragione che i proprietari dovrebbero tutelare al massimo le loro proprietà.

In questo articolo vedremo insieme a Gioma srl specializzata in finiture di pregio e serramenti in pvc a Udine, come difendere la nostra casa vacanza quando non vi siamo.

 Per prima cosa difendiamo le finestre poiché è proprio attraverso esse che si verificano la maggior parte delle effrazioni. Se sono vecchie e malandate corriamo subito ai ripari andando a sostituirle, poiché basta una cacciavite per scardinare le ante di una finestra malandata.

I serramenti di ultima generazione infatti sono dotati di molteplici punti di chiusura e faranno tribolare molto di più i mal intenzionati. Per chi volesse un livello di sicurezza extra, è possibile dotare le finestre di maniglia con chiave e vetri antisfondamento.

Questi ultimi oltre ad essere più resistenti alle sollecitazioni risultano anche utili quando in casa ci sono dei bambini poiché in caso di rottura non si producono schegge acuminate ma piccoli frammenti di fatto meno pericolosi.

Le finestre che si trovano al piano terra dovrebbero inoltre essere protette attraverso delle apposite inferiate.

Proteggete l’ingresso con una porta blindata, con una luce a foto cellula e con una finta telecamera. A volta una finta telecamera posizionata in un punto strategico per i ladri rappresenta già di per se un ottimo deterrente.

Chi ha la possibilità di fare un investimento maggiore potrà installare un impianto di allarme vero e proprio, magari collegato a distanza attraverso una app su smartphone che in caso di comportamenti sospetti messi in evidenza dalle telecamere di sorveglianza vi consenta di far partire una chiamata ad un ente di vigilanza.

Infine rimangono sempre validi i comportamenti guidati dal buon senso. Controllate che tutte le porte siano chiuse anche quelle secondaria, verificando che tappeti o tendaggi non ne ostruiscano la corretta chiusura.

Evitate di coprire la porta di ingresso con tende da sole o con piante e più in generale fate in mode che l’uscio sia sempre ben visibile dalla strada o dalle case vicine.

In ultima battuta evitate di nascondere chiavi di riserva sotto zerbini o dentro qualche sottovaso: è il primo posto dove i ladri andrebbero a guardare.

Spese per il matrimonio: come chiedere un prestito

spese matrimonio

Se si ha voglia di un matrimonio sfarzoso e in grande stile, è molto probabile che ci si ritrovi alle prese con spese piuttosto onerose: dal momento che non tutti hanno a disposizione un budget molto elevato, non è da escludere la possibilità di chiedere un finanziamento.

Sì, insomma, un vero e proprio prestito per essere certi di godersi una cerimonia spettacolare, con un rimborso del denaro a rate in base alle proprie esigenze.

Riflettendo, i costi di cui ci si deve occupare sono davvero tanti: dal fotografo per matrimonio al fiorista, dal noleggio dell’auto d’epoca per la sposa all’affitto della location per il ricevimento, dal catering ai trasporti per gli invitati, e così via.

Ovviamente, non è detto che tutte queste spese siano obbligatorie, ma se il matrimonio deve essere il giorno più bello della vita di una persona vale davvero la pena di pensare a risparmiare un po’?

Gli istituti di credito disponibili a fornire finanziamenti finalizzati, d’altro canto, sono molti, e non è nemmeno detto che ci si debba rivolgere alle banche tradizionali: volendo si può fare affidamento anche su quelle online, che hanno il pregio di garantire tempi di risposta più rapidi e una maggiore immediatezza, e non di rado formulano anche proposte più convenienti sul piano economico.

Oltre a ciò, è possibile trovare in Rete anche delle agenzie private che sono specializzate nell’erogazione di finanziamenti ad hoc e di prestiti personali: può essere utile, allora, chiedere informazioni a più di un’agenzia, in modo tale da individuare con facilità quella che offre le condizioni migliori, sia dal punto di vista dei tassi di interesse applicati che dal punto di vista dell’entità delle rate.

Ognuno, d’altra parte, ha esigenze diverse: c’è chi preferisce rimborsare il prestito nel minor tempo possibile, e quindi far fronte a rate piuttosto alte, e chi invece desidera ammortizzare l’esborso nel tempo.

Va ricordato, in conclusione, che sempre più spesso oggi sono gli stessi fornitori dei servizi previsti per una festa di nozze, come i fiorai, i wedding planner e i ristoratori, a far conoscere ai propri clienti le opportunità di finanziamento su cui possono fare affidamento in virtù di speciali convenzioni che hanno stipulato con gli istituti di credito.

In questo modo si possono richiedere anche dei prestiti personalizzati, impostati sulla base di criteri unici e condizioni specifiche per la situazione di riferimento, eventualmente anche con la garanzia rappresentata dalla fideiussione di un soggetto terzo.

1 2