Prestiti e Mutui, la guida

I Prestiti Personali sono finanziamenti destinati a tutti i lavoratori dipendenti (pubblici e privati) e pensionati. Sono tante le società finanziarie che offrono una vasta gamma di prestiti personali immediati, a fronte di garanzie minime, a condizioni estremamente vantaggiose e convenienti per ogni cliente.

I prestiti sono concessi anche in presenza di altri finanziamenti, protesti e pignoramenti in corso.

E’ sufficiente che tu richieda un preventivo, gratuito e senza impegno.

Hai anche la possibilità di eseguire l’estinzione anticipata, in qualsiasi momento. Nel costo dell’operazione bisogna considerare anche la copertura assicurativa “rischio vita” e “rischio impiego”: in caso di licenziamento o premorienza, nessuno sarà tenuto a provvedere all’estinzione del debito.

Le due modalità principali con le quali viene concesso un finanziamento sono:

  • Cessione Quinto: prestito che viene rimborsato attraverso il pagamento di rate mensili, a tasso fisso agevolato, che vengono direttamente trattenute in busta paga. La somma erogata dipende dall’entità del TFR. Le rate possono essere al massimo 120. L’importo, in ogni caso, non può essere superiore al quinto dello stipendio. La maggior parte delle banche e delle finanziarie offre tale servizio a condizioni estremamente vantaggiose e convenienti;
  • Prestito Delega: forma di finanziamento che consente di integrare, estinguere o rinnovare altri prestiti in corso. Può anche essere affiancato alla cessione del quinto. Il rimborso avviene attraverso il pagamento di rate mensili (al massimo 120) con tasso fisso agevolato, trattenute in busta paga. In ogni caso, il tasso non supera mai le soglie definite dalla Banca d’Italia, nel quadro delle norme antiusura. L’importo delle rate non può essere superiore ai 2/5 dello stipendio netto. La somma erogata dipende dall’entità del TFR.

Un mutuo, invece, è un finanziamento destinato alla costruzione, acquisto o ristrutturazione di un’unità immobiliare.

Ad oggi le banche offrono mutui fino al 80% del valore dell’immobile. Sono due i concetti da considerare quando si parla di mutuo, che caratterizzano questo finanziamento:

  • Ipoteca: garanzia richiesta per concedere il mutuo, a tutela del rischio di insolvenza del debitore. Attribuisce al creditore un diritto di prelazione sul bene: se il debitore non riuscisse a far fronte al proprio debito, il creditore potrà rivalersi con il ricavato della vendita del bene immobile oggetto del mutuo.
  • Rata: importo da pagare mensilmente, per rimborsare il mutuo. Il numero delle rate varia in base alla soluzione di finanziamento scelta ed accordata con l’istituto di credito. A differenza dei prestiti, può essere a tasso fisso o variabile, oppure da rimborsare mensilmente, bimestralmente, trimestralmente o semestralmente.

Sia per i prestiti che per i mutui, bisogna infine assicurarsi che l’istituto finanziario a cui ci si rivolge rispetta la normativa sulla trasparenza e quella sulla privacy:

  • la prima tutela il diritto del cliente ad essere chiaramente informato sulle condizioni del contratto, in modo assolutamente dettagliato;
  • la seconda tutela invece il diritto del cliente alla riservatezza dei propri dati personali. Egli deve poter essere chiaramente informato sul loro utilizzo, in modo estremamente dettagliato ed, in ogni caso, previa autorizzazione da parte del cliente stesso.

Le Quattro Diete Più Famose per l’Estate 2017

Se anche l’attività fisica non ha dato i frutti sperati, spesso per perdere peso si ricorre ad una dieta e la scelta più ovvia è quella di seguire il regime alimentare più in voga al momento. I nutrizionisti di tutto il mondo, invece, dopo anni di studi e di pubblicazioni su riviste di fama mondiale, consigliano sempre di scegliere cosa e quanto mangiare in base alle caratteristiche specifiche del proprio corpo e alle proprie abitudini di vita. Il tutto, quindi, senza necessariamente ricorrere ciecamente ad un regime alimentare dietetico solo perché va di moda in uno specifico periodo.

Ciononostante, occorre ammettere che le diete più famose son sempre quelle più appropriate o più di impatto e, soprattutto prima dell’estate, son seguite proprio per i suddetti motivi

Vediamo le diete più diffuse in questo momento :

Dieta Scarsdale: ideata da un cardiologo statunitense, la dieta prevede una drastica riduzione di carboidrati e zuccheri nei primi 14 giorni, per poi reintegrarli in maniera graduata nei successivi 14. Tale regime determina una perdita di peso rilevante sul breve periodo, ma si sta capendo da studi random su vari pazienti che sul lungo periodo invece potrebbe non riportare più i risultati desiderati;

Dieta dissociata: prevede di non mangiare i carboidrati assieme alle proteine, la frutta e la verdura diventano il pasto principale. Inoltre, richiede di evitare alimenti raffinati ma mangiare la versione integrale;

Dieta Dukan: parliamo della dieta più nota e controbattuta degli ultimi anni. Ha trovato molti oppositori anche se è ancora piuttosto diffusa. Essa prevede un calo rapido di peso a seguito di una concentrazione di alimenti ricchi di proteine in una prima fase di dieta, a seguire si reintegrano progressivamente gli alimenti esclusi all’inizio.

Dieta mediterranea: questa è una delle più ‘antiche’, ma anche più efficaci. Resta una dieta basta su un regime alimentare ricco di ogni alimento purché sia povero di grassi saturi, si basa sul concetto di genuinità del prodotto e sulla varietà dei pasti che non devono eccedere quantitativamente;

Fermo restando quanto detto ad inizio articolo, è ovvio che ciascuna dieta, se considerata in maniera eccessiva e senza commisurarla alla persona specifica può avere effetti indesiderati. L’attività fisica costante è sicuramente uno dei metodi migliori per recuperare e mantenere la salute fisica e il benessere del corpo e va sempre e comunque accompagnata alla dieta scelta. Nessun dietologo, infatti, vi garantirà una perdita di peso più o meno importante se non associate ad una restrizione alimentare anche un qualcosa che consenta di bruciare calorie e grassi in eccesso.